Categorie
E-barter online
Nessun utente online

Secondo voi...

Elenco messaggi (da 1 a 20 di 63 in 4 pagine)

Immagine di vanityfair71
vanityfair71 (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 15:30
Secondo voi...

Ciao a tutte,

mi ritrovo a chiedervi dell'aiuto. Un aiuto sincero che spero possa essere non sporcato dalle solite 4 pettegole decerebrate... Mia figlia quest'anno ha incominciato la scuola elementare. Per mio volere l'ho iscritta in una scuola pubblica con classi misti e multirazziali. Vengo al dunque: in classe con lei c'è un bimbo che mi è entrato nel cuore. La mamma ha perso il lavoro, lo stipendio del padre non basta... Per farla breve ieri ho ricaricato io la tessera per la mensa anche a questo bambino. Forse non dovrei o forse si... ma mi si stringe il cuore. E' un bambino bello grandicello infatti ha 6 anni direi che decisamente veste una 8 ed è qui il punto. Questo bambino, da quello che ho potuto intuire, non ha vestiti e scarpe della sua tg. La settimana scorsa con la scusa di una "gita" mi son portata anche lui a Bari e da HeM gli ho regalato una tuta... ho capito che la mamma è in forte imbarazzo e se le condizioni glielo permettessero rifiuterebbe pure i miei regali, ma io non ce la faccio. Adesso vi chiedo voi avete abbigliamento maschile per un bimbo di 8 anni? Se ve ne dovete disfare vi pago io le spedizioni (o vi faccio una ricarica o un contrassegno) oppure se c'è qualcosa nella mia vetrina da scambiare (possibilmente senza fare dello sciacallaggio). Io i vestiti di Rachele li giro tutti a una mia fraterna amica e non ho veramente nessuno a cui chiedere. La combinazione vuole che ho tutti giri con femminucce al seguito... Non lo so se mi comporto bene, se questo bambino capisce... Se sto ferendo i genitori, ma se mia figlia (che sto crescendo lottando e sputando sangue e alcune di voi sanno) ha fondamentalmente tutto ed è una bimba fortunata mi chiedo perchè questo bimbo di cui mi ha colpito la dignità da ometto non possa avere qualcosa... Torno a ripetere: se avete fatevi avanti SE NON TROVATE NULLA E VOLETE COMUNQUE DISFARVENE LE SPEDIZIONI LE PAGO IO OPPURE BARATTIAMO... Secondo voi faccio male? Ditemi la vostra.

Immagine di Ninetta80
Ninetta80 (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 15:54
R: Secondo voi...

Ciao e complimenti per il gesto.Non ho abbigliamento maschile ho una bimba  e non ho amiche con bimbi di 6-8 anni,non posso esserti di aiuto.

Anche io come te (e credo e spero tante altre buone persone) ho "aiutato" nel mio piccolo  una famiglia senza lavoro,un bebè in arrivo e tante spese..avevo delle tutine,bavaglini,cazine della mia bimba e le ho cedute volentieri.

^__^

 

Immagine di tonda
giovedý 10 ottobre 2013 alle 16:12
R: Secondo voi...

se la famiglia del bambino accetta volentieri le cose che doni secondo me fai benissimo! di questi tempi si dovrebbe cercare di condividere il nostro superfluo con chi invece di superfluo non ha proprio nulla... ovviamente nel rispetto della dignità della sua famiglia    

Immagine di vanityfair71
vanityfair71 (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 17:06
R: Secondo voi...

Bravissime ad entrambe. Io sono davvero in forte crisi perchè mi dispiace, ci hanno dato la lista del materiale di cancelleria da portare a scuola. Questa famiglia non portava le risme della carta per fotocopiare i libri e dalle oggi dalle domani ho intuito... le ho elegantemente date io anche per il bimbo (tanto per me non era un dispendio economico). La settimana scorsa Rachele gli ha dato il temperino di Violetta perchè lui era l'unico bambino a non avere un temperino.... A me poi dispiace della madre, perchè ho capito che c'è estrema dignità e che non chiede e soffre se il bambino non è come tutti gli altri... Siamo al 10 di ottobre e va ancora con i sandaletti di stoffa...

Immagine di Ninetta80
Ninetta80 (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 17:32
R: Secondo voi...

oh cavoli,mi dispiace :(

chiedo alle mie amiche e colleghe magari con un passaparola posso esserti di aiuto.

Immagine di white
giovedý 10 ottobre 2013 alle 17:51
R: Secondo voi...

secondo me sei molto coraggiosa oltre che generosa. non è facile entrare in queste situazioni a fronte del tatto, la delicatezza, la dignità e tutto il resto. tu hai fatto vincere il cuore di mamma e spontaneamente hai agito così, come ognuno di noi dovrebbe fare. io non credo che tu possa offendere nella misura in cui vai a coprire dei buchetti che purtroppo questa loro brutta situazione lascia. se sei orami in rapporto pseudo confidenziale con la madre, parlale. magari puoi spiegarle a cuore aperto che cosa vorresti fare e lei potrà meglio apprezzare.

in quanto all'aiuto da darti io sono madre di una bimba di 3 anni e non ho nulla da offrire al piccolo, ma se qualcuna avesse abbigliamento adatto possiamo fare delle triangolazioni, io cederei quello che ho in vetrina da femminuccia e tu potresti ricevere dell'abbigliamento per lui. i bambini mi stanno molto a cuore e se posso do una mano, sempre volentieri.

grazie del post quotidiano e concreto!

Immagine di Atena27
giovedý 10 ottobre 2013 alle 19:02
R: Secondo voi...

Perché succedono queste cose???!!!

 Io non ho figli, nonostante la mia veneranda età, ma sento da amiche e colleghe che hanno figli e se trovo qualcosa mi metto in contatto con te. Mia nonna diceva che quello che non esce dal cuore, non può uscire dalla testa. Tanto di cappello per il tuo "cuore", la delicatezza con cui stai gestendo la situazione

Immagine di Erika83
giovedý 10 ottobre 2013 alle 19:07
R: Secondo voi...

Io penso che hai un cuore grande e che ciò che stai facendo è a dir poco meraviglioso!!! Non ho amici/parenti con figli di quell'età, ma mi impegnerò per la tua giustissima causa!

Immagine di walterardente
walterardente (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 19:13
R: Secondo voi...

Fare del bene non è mai sbagliato,cuore nobile,mi dispiace io ho un figlio grande e non ho nipoti maschi, ma solo tante femmine ed anche lontane,brava.

Immagine di LaAlex
giovedý 10 ottobre 2013 alle 19:17
R: Secondo voi...

Secondo me è un bel gesto! Io di abbigliamento da maschietto di quella taglia non ne ho, posso chiedere in giro!  

Immagine di LaAlex
giovedý 10 ottobre 2013 alle 19:18
R: Secondo voi...

Ma quindi gli serve anche la roba per la scuola oltre l'abbigliamento? 

Immagine di walterardente
walterardente (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 21:02
R: Secondo voi...

Fammi sapere esattamente cosa le serve anche il numero delle scarpine cosi mi so regolare anche per le calze ,domenica esco a fare un giro sto finendo lavori in casa ,ma ci sono un sacco di negozi e sagre aperte ,non voglio nulla dalla tua vetrina ,lo faccio con il cuore davvero per quel che mi è possibile , anche il materiale scolastico qualsiasi possa essere utile .

Immagine di angelagiulia
giovedý 10 ottobre 2013 alle 22:19
R: Secondo voi...

Fammi sapere esattamente cosa le serve anche il numero delle scarpine cosi mi so regolare anche per le calze ,domenica esco a fare un giro sto finendo lavori in casa ,ma ci sono un sacco di negozi e sagre aperte ,non voglio nulla dalla tua vetrina ,lo faccio con il cuore davvero per quel che mi è possibile , anche il materiale scolastico qualsiasi possa essere utile .

Inviato da walterardente (bloccato) giovedý 10 ottobre 2013 alle ore 21:02

 Secondo me fai bene, ma in questi casi dobbiamo usare molta sensibilità per non far sentire , passami il termine, in difficoltà, chi riceve il dono. Con le mie amiche organiziamo una volta al mese,una raccolta di vestiti per grandi e piccoli che hanno necessità,ma quando arrivano i nostri pacchi le reazioni che vedo negli occhi altrui, è un misto di felicità e tristezza. Col cuore e istintivamente anche io sono come te, ma sta a te misurare se dall'altra parte il gesto viene interpretato nel verso giusto!!! io  comunque seguo l'istinto. Provo a cercarti qualcosa, se hai bisogno te lo invio volentieri

Immagine di vanityfair71
vanityfair71 (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 23:05
R: Secondo voi...

Io VI RINGRAZIO DI CUORE TUTTI QUANTI. Anche le ragazze che mi hanno contattato privatamente e vi ringrazio soprattutto perchè AVETE CAPITO quello che io sto facendo. Questa famiglia è rimasta con un solo stipendio, il mutuo, le bollette... Considerando che lo stipendio medio qui al sud è di 1000/1200 e so per certo che hanno un mutuo a tasso variabile. Io nella mia vita ho visto veramente gente che ha iniziato a delinquere per disperazione, per garantire un "futuro" alla prole e del pane sulla tavola. Io REALMENTE non so come comportarmi, perchè se la tuta nuova la posso giustificare come un regalo fatto una tantum o le risme date in segreteria le giustifico dicendo che ho la scrivania piena o se ho caricato la tessera della mensa proebendo con tutta l'autorevolezza possibile che venisse fuori il mio nome. Non posso prendermi il bambino e portarmelo a fare shopping ed è per questo che ho pensato a tutti VOI. Perchè se riesco ad unire un pò di vestiario, delle scarpe, posso inventare la balla dell'amica che il bimbo con è cresciuto e quindi i vestitini non sapendoli a chi dare li prendo io e li passo a lei.. Noi mamme facciamo cosi. Mia figlia ha un trench di una cuginetta della sua cuginetta che a sua volta andrà alla figlia di una mia amica... Comunque bando alle ciance: domani tra un discorso e l'altro cerco di carpire il numero delle scarpe e ve lo faccio sapere. Torno a ripetervi le spedizioni ve le pago io non c'è problema o se volete qualsiasi oggetto della mia vetrina (tranne i vestiti di mia sorella dove io ci vado 16mila volte dentro...) per ciò che concerne il materiale scolastico non credo che ne abbia bisogno. O se saltasse fuori qualcosa chissènefrega provvedo io... Dio mio siamo nel 2013 dovremmo essere un popolo, un mondo evoluto e ci sono ancora queste cose. Con chi te la prendi, che Dio è se un bambino non va giù in mensa a mangiare con gli altri perchè i genitori non hanno i 20/30 euro per caricare una tessera.

Grazie di cuore e perdonatemi per lo sfogo

Immagine di vanityfair71
vanityfair71 (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 23:12
R: Secondo voi...

secondo me sei molto coraggiosa oltre che generosa. non è facile entrare in queste situazioni a fronte del tatto, la delicatezza, la dignità e tutto il resto. tu hai fatto vincere il cuore di mamma e spontaneamente hai agito così, come ognuno di noi dovrebbe fare. io non credo che tu possa offendere nella misura in cui vai a coprire dei buchetti che purtroppo questa loro brutta situazione lascia. se sei orami in rapporto pseudo confidenziale con la madre, parlale. magari puoi spiegarle a cuore aperto che cosa vorresti fare e lei potrà meglio apprezzare.

in quanto all'aiuto da darti io sono madre di una bimba di 3 anni e non ho nulla da offrire al piccolo, ma se qualcuna avesse abbigliamento adatto possiamo fare delle triangolazioni, io cederei quello che ho in vetrina da femminuccia e tu potresti ricevere dell'abbigliamento per lui. i bambini mi stanno molto a cuore e se posso do una mano, sempre volentieri.

grazie del post quotidiano e concreto!

Inviato da white giovedý 10 ottobre 2013 alle ore 17:51

Hai avuto un ottima idea, massima disponibilità. Se c'è qualcuna interessata si faccia avanti... E grazie ;)

Immagine di vanityfair71
vanityfair71 (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 23:13
R: Secondo voi...

Fammi sapere esattamente cosa le serve anche il numero delle scarpine cosi mi so regolare anche per le calze ,domenica esco a fare un giro sto finendo lavori in casa ,ma ci sono un sacco di negozi e sagre aperte ,non voglio nulla dalla tua vetrina ,lo faccio con il cuore davvero per quel che mi è possibile , anche il materiale scolastico qualsiasi possa essere utile .

Inviato da walterardente (bloccato) giovedý 10 ottobre 2013 alle ore 21:02

Grazie e piacere di conoscerti... Ti contatto domani...

Immagine di walterardente
walterardente (bloccato)
giovedý 10 ottobre 2013 alle 23:34
R: Secondo voi...

Grazie e piacere di conoscerti... Ti contatto domani...

Inviato da vanityfair71 (bloccato) giovedý 10 ottobre 2013 alle ore 23:13

Piacere mio,contattami pure quando vuoi cosi mi faccio un idea,ripeto domenica qui è sempre aperto abbiamo anche un sacco di sagre,ne ho gia parlato con mio figlio,santa la miseria siamo davvero un paese che sta decadendo avere di queste situazioni,per quel che posso max disponibilità.

 

Immagine di amaca
giovedý 10 ottobre 2013 alle 23:43
R: Secondo voi...

secondo me sei molto coraggiosa oltre che generosa. non è facile entrare in queste situazioni a fronte del tatto, la delicatezza, la dignità e tutto il resto. tu hai fatto vincere il cuore di mamma e spontaneamente hai agito così, come ognuno di noi dovrebbe fare. io non credo che tu possa offendere nella misura in cui vai a coprire dei buchetti che purtroppo questa loro brutta situazione lascia. se sei orami in rapporto pseudo confidenziale con la madre, parlale. magari puoi spiegarle a cuore aperto che cosa vorresti fare e lei potrà meglio apprezzare.

in quanto all'aiuto da darti io sono madre di una bimba di 3 anni e non ho nulla da offrire al piccolo, ma se qualcuna avesse abbigliamento adatto possiamo fare delle triangolazioni, io cederei quello che ho in vetrina da femminuccia e tu potresti ricevere dell'abbigliamento per lui. i bambini mi stanno molto a cuore e se posso do una mano, sempre volentieri.

grazie del post quotidiano e concreto!

Inviato da white giovedý 10 ottobre 2013 alle ore 17:51

Secondo me, ma è solo un modesto parere, prima di iniziare la rete di solidarietà, sarebbe opportuno creare gradualmente un rapporto con la mamma, da "amica", come probabilmente sta già accadendo, per poter giustificare il "passare" gli abiti al piccolo... Vedo tanti genitori che si vergognano anche di richiedere i libri concessi gratuitamente dalla scuola o dal comune, perché temono che si sappia e che il figlio sia considerato "diverso"... Oppure si può anche chiedere un consiglio alle maestre, che magari conoscono meglio la situazione familiare... Certo non è semplice come situazione, e al problema economico si rischia di aggiungere quello psicologico, che forse è anche peggiore.... Molte famiglie che prima godevano di un tenore di vita discreto, non sono abituate a questa situazione, per loro chiedere o ricevere da altri è umiliante, e questo va rispettato secondo me....

Immagine di vanityfair71
vanityfair71 (bloccato)
venerdý 11 ottobre 2013 alle 00:13
R: Secondo voi...

Secondo me, ma è solo un modesto parere, prima di iniziare la rete di solidarietà, sarebbe opportuno creare gradualmente un rapporto con la mamma, da "amica", come probabilmente sta già accadendo, per poter giustificare il "passare" gli abiti al piccolo... Vedo tanti genitori che si vergognano anche di richiedere i libri concessi gratuitamente dalla scuola o dal comune, perché temono che si sappia e che il figlio sia considerato "diverso"... Oppure si può anche chiedere un consiglio alle maestre, che magari conoscono meglio la situazione familiare... Certo non è semplice come situazione, e al problema economico si rischia di aggiungere quello psicologico, che forse è anche peggiore.... Molte famiglie che prima godevano di un tenore di vita discreto, non sono abituate a questa situazione, per loro chiedere o ricevere da altri è umiliante, e questo va rispettato secondo me....

Inviato da amaca giovedý 10 ottobre 2013 alle ore 23:43

Ma aldilà del tuo modesto parere tu cosa consigli in pratica? Una cosa stile "donnine pie" che vanno dalle maestre e scatenano un ginepraio di "ma e di se" e magari poi niente niente gli fanno fare anche una visitina dagli assistenti sociali? E solo perchè andava rispettata una sorta di forma mentis che adesso venuta a mancare diverebbe umiliante modificarla? E lì il bambino non si sentirebbe diverso? No? Io ritengo che un gesto di carità, di beneficenza si debba fare in completo ed assoluto anonimato o se viene a mancare quello si debba avere la bontà d'animo E DI INTELLETTO di trasformarlo come evento di gioia e di condivisione. E' per questo come ho già specificato in un post che mettendo in moto la "rete di solidarietà" avrei inventato la balla degli abitini dismessi di un figlio di una mia amica, portando proprio ad esempio il fatto che tra le mamme è abitudine abbastanza usuale fare cosi. La carità forse che intendi tu (e correggimi con la maestria e con le doti diplomatiche che tu sai sapientemente usare) è ben altra qui si tratta di dare una mano d'aiuto con discrezione senza trasformare un impasse economico della famiglia (che gli auguro possa passare presto) in un caso che farebbe la gioia di una rediviva Montessori.

Immagine di amaca
venerdý 11 ottobre 2013 alle 00:26
R: Secondo voi...

Ma aldilà del tuo modesto parere tu cosa consigli in pratica? Una cosa stile "donnine pie" che vanno dalle maestre e scatenano un ginepraio di "ma e di se" e magari poi niente niente gli fanno fare anche una visitina dagli assistenti sociali? E solo perchè andava rispettata una sorta di forma mentis che adesso venuta a mancare diverebbe umiliante modificarla? E lì il bambino non si sentirebbe diverso? No? Io ritengo che un gesto di carità, di beneficenza si debba fare in completo ed assoluto anonimato o se viene a mancare quello si debba avere la bontà d'animo E DI INTELLETTO di trasformarlo come evento di gioia e di condivisione. E' per questo come ho già specificato in un post che mettendo in moto la "rete di solidarietà" avrei inventato la balla degli abitini dismessi di un figlio di una mia amica, portando proprio ad esempio il fatto che tra le mamme è abitudine abbastanza usuale fare cosi. La carità forse che intendi tu (e correggimi con la maestria e con le doti diplomatiche che tu sai sapientemente usare) è ben altra qui si tratta di dare una mano d'aiuto con discrezione senza trasformare un impasse economico della famiglia (che gli auguro possa passare presto) in un caso che farebbe la gioia di una rediviva Montessori.

Inviato da vanityfair71 (bloccato) venerdý 11 ottobre 2013 alle ore 00:13

Le maestre hanno lo scopo e il dovere di collaborare con le famiglie, non di chiamare ad ogni pié sospinto gli assistenti sociali, che in questo caso non c'entrano nulla...  lo scopo è quello di capire e collaborare, non di diventare novelle montessori.  Il gruppo e le donnine pie non le avevo proprio considerate, spesso basta una mamma che senza parlare di beneficenza, si può informare molto discretamente, o chiedere un parere... Era solo un'ipotesi, non la verità assoluta. Mi ero basata sulla tua frase in cui dicevi che la mamma del bambino era a disagio, e sulla mia esperienza... E ho letto il tuo post in cui dicevi che stavi creando un rapporto con la famiglia con tatto, infatti precedentemente ho scritto COME STA PROBABILMENTE GIà ACCADENDO, a proposito della tua amicizia nei confronti della mamma, e come altre barter hanno giustamente detto.... Se c'è questa possibilità, ovviamente ben venga qualsiasi aiuto gradito al bambino e alla famiglia... Comunque ho espresso soltanto pacatamente un parere dato che qui era stato richiesto, e dato che per motivi ovvi, come a molti di noi, l'argomento mi sta a cuore, anche se non ho ancora figli....

  • * I tuoi messaggi sono contrassegnati dal simbolo asterisco.